Descrizione del progetto MateraFriendly

ABSTRACT

Il progetto ha lo scopo di sensibilizzare gli operatori commerciali e culturali materani all’accoglienza e all’inclusione delle persone LGBT, delle coppie omosessuali e delle famiglie omogenitoriali, residenti e di passaggio nella nostra città, ponendo al centro la relazione tra esseri umani.  Il progetto prevede incontri di promozione e in-formazione con gli esercenti materani che vorranno aderirvi e momenti di condivisione con la cittadinanza, al fine di rendere tutti partecipi e responsabili di un percorso di crescita civile e sociale.

PREMESSA

Premesso che:
– Nel percorso che accompagna la città di Matera fino al 2019, anno in cui sarà Capitale Europea della Cultura, appare importante contribuire alla formazione del cittadino di un mondo inclusivo e attento alle politiche sociali. Matera in questi anni si pone come faro del cambiamento culturale e sociale di tutto il Meridione d’Italia e la proposta di questo progetto è in linea con quanto sta accadendo nella nostra città;
– Matera ha celebrato le sua prime Unioni Civili e ospita una comunità LGBT abbastanza numerosa che, però, spesso ancora nasconde la propria identità;
– Matera è meta ormai da diversi anni di un continuo flusso di turisti LGBT che giungono nella nostra città affascinati dalla sua cultura e dalla sua natura incontaminata;
– Matera, a differenza di altre città italiane, non ha ancora nessuna rete attiva sul territorio che manifesti la piena inclusione e la serena accoglienza delle persone della comunità LGBT;
RiSvolta, associazione di promozione sociale senza fini di lucro, che ha come finalità la costruzione di una società laica in cui i diritti umani e civili siano riconosciuti, promossi e garantiti per tutti i cittadini, senza discriminazioni fondate su sesso, orientamento sessuale, identità di genere o ogni altra condizione personale e sociale, in linea con quanto sancito dall’articolo 3 della Costituzione Italiana, ha ideato il presente progetto.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

MateraFriendly è un circuito che unisce attività commerciali e culturali, strutture turistico-ricettive, sotto il comune intento di impegnarsi ad abbattere qualsiasi forma di discriminazione legata all’orientamento sessuale e di riconoscere e accogliere le persone e le coppie LGBT e le famiglie omogenitoriali. Nasce dalla necessità di sensibilizzare le realtà materane, di qualsiasi settore, sul tema dell’accoglienza delle persone LGBT che, ormai in numero sempre più elevato, sono presenti nella nostra città, in qualità di residenti e di turisti. Questa iniziativa si inserisce in un quadro più ampio di promozione di politiche inclusive e di una cultura del rispetto verso tutte le differenze, in linea con le finalità proprie dell’Associazione RiSvolta.

L’esigenza è maturata all’indomani della Legge Cirinnà, quando anche l’Italia ha legalizzato le Unioni Civili, rendendo necessario in tutta la filiera commerciale non solo l’adeguamento delle proprie offerte, ma anche l’ampliamento delle proprie vedute.

L’intento è quello di creare un circolo virtuoso che sia generatore di consapevolezza e di valori quali la parità, la solidarietà, il rispetto delle differenze di genere, i comportamenti pro-sociali.

DESTINATARI DEL PROGETTO

Destinatari del progetto sono tutte le realtà (commerciali, associative, istituzionali) materane che si vogliano impegnare a garantire ospitalità, cordialità, qualità e parità di trattamento, sia nell’offerta commerciale che nell’erogazione di servizi annessi alle proprie attività, a tutti i clienti indipendentemente dall’orientamento sessuale o identità di genere. Le stesse saranno tenute a verificare e garantire che le persone alle loro dipendenze siano accoglienti con ogni ospite e non abbiano comportamenti lesivi della dignità dei clienti.

OBIETTIVI DEL PROGETTO

  • Promuovere il rispetto delle persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali).
  • Creare e promuovere una rete cittadina di attività apertamente friendly per “orientare” le scelte delle persone LGBT residenti e turisti sia italiani che stranieri.
  • Generare una rete “virtuale” in grado di “orientare” l’incoming e la permanenza di turisti italiani e stranieri.
  • Sensibilizzare ed educare la comunità per favorire la prevenzione di fenomeni di violenza, aggressività, omofobia.
  • Promuovere l’apertura al dialogo per conoscere e superare i limiti interpersonali.
  • Creare una rete di attività commerciali per favorire lo scambio e il confronto di conoscenze ed esperienze, sviluppando ulteriormente la relazione e il rispetto del prossimo.
  • Favorire il benessere nelle relazioni interpersonali attraverso un ambiente accogliente e inclusivo.

SVILUPPO E METODOLOGIE DEL PROGETTO

a) CREAZIONE DEL CIRCUITO DELLE ATTIVITÀ

Il progetto viene sottoposto all’attenzione delle realtà commerciali, associative e istituzionali presenti in città e in provincia direttamente o attraverso associazioni di categoria. Le realtà che vogliono aderire ne fanno richiesta contattando direttamente l’Associazione RiSvolta e aderiscono al progetto gratuitamente e sottoscrivendo un accordo valido fino al termine dell’anno in corso, che si rinnova tacitamente di anno in anno. Ogni attività sottoscrive l’adesione al progetto e una Carta d’intenti, con la quale il titolare si impegna a rispettare e a far rispettare dai propri dipendenti i principi e gli obiettivi del progetto.

Il titolare dell’attività potrà altresì accordare una scontistica riservata ai soci dell’Associazione, nell’ottica della costruzione di una rete di partner locali a cui fidelizzare anche i soci. Ognuno potrà scegliere, concordare e sottoscrivere la percentuale di sconto da applicare nella propria attività.

Ogni aderente riceverà gratuitamente una vetrofania di MateraFriendly da esporre sulla vetrina della propria attività, in modo da rendere visibile e, quindi, esplicita la sua adesione al progetto. Riceverà, inoltre, il logo di MateraFriendly in formato immagine da inserire nel proprio sito o nei canali promozionali della propria attività.

Le attività che aderiranno al progetto potranno entrare in rete per la realizzazione di eventi culturali, ludici, ricreativi realizzati anche in comune.

Le informazioni relative alle realtà aderenti al progetto saranno inserite nel sito dell’Associazione RiSvolta, nella sezione dedicata al progetto MateraFriendly in modo da essere reperibili anche nei motori di ricerca friendly della nostra città.

Con le associazioni di categoria o con le singole realtà potranno essere realizzati, su richiesta, corsi di formazione per operatori e dipendenti delle attività stesse, realizzati dai professionisti dell’Associazione RiSvolta.

Qualora venissero segnalati e/o verificati atteggiamenti contrari agli obiettivi e ai principi del progetto, l’associazione si riserva di poter rescindere unilateralmente l’accordo sottoscritto.

b) COINVOLGIMENTO DELLA CITTADINANZA E DEI TURISTI

La cittadinanza e i turisti, attraverso operazioni di promozione e sensibilizzazione, verranno a conoscenza dell’esistenza del circuito MateraFriendly e potranno quindi “orientare” la loro scelta, la loro spesa, i loro acquisti.

Attraverso la stampa e le tv locali e attraverso momenti informativi, potranno essere rese disponibili informazioni di base fruibili da tutti, affinché la cittadinanza venga resa partecipe della costruzione del progetto.

La presenza della sezione MateraFriendly sul sito e sui social di RiSvolta permetterà di:
–  essere presenti nei motori di ricerca di settore in maniera molto visibile;
– orientare i turisti LGBT e la comunità LGBT materana nella ricerca e nella scelta di strutture e attività dichiaratamente inclusive;
– far sì che i turisti e la comunità LGBT materana possano sentirsi parte di una realtà locale dichiaratamente inclusiva;
–  contribuire a creare un clima di generale benessere per tutte le persone;
–  fidelizzare i soci di RiSvolta.

RISULTATI ATTESI

Il progetto, attraverso il coinvolgimento e la consapevolezza dei soggetti coinvolti, mira ad attivare un percorso di cambiamento portatore di nuove pratiche e nuove forme di relazione.

L’iniziale atteggiamento di diffidenza con cui spesso la comunità  LGBT viene accolta, infatti,  si va via via sgretolando mano a mano che le persone comprendono quanto gli stereotipi che appartengono al vivere quotidiano di tutti noi,  rappresentino ostacoli più o meno ingombranti alla esternazione della parte migliore di sé e delle proprie relazioni; la consapevolezza di quanto le varie forme di violenza, verbale e fisica, siano tra loro intrecciate stimola l’impegno di ognuno nel farsi portatore con il proprio linguaggio e le proprie azioni di nuove pratiche e nuove parole.

Inoltre, il rafforzamento della rete territoriale tra istituzioni, Enti, associazioni e commercianti generato dalla rete MateraFriendly potrà incentivare la nascita di ulteriori iniziative all’insegna dell’inclusione e dell’accoglienza.

Il progetto si proporrà come modello di eccellenza esportabile in provincia, nell’intera regione e anche in altri territori.

I soggetti coinvolti acquisiranno un bagaglio prezioso che migliorerà la qualità delle loro vite e delle persone con le quali si relazioneranno e si riverserà nella comunità tutta.

 

 

Annunci