“OBIETTIVO RIVOLUZIONE… IL DIRITTO DI AMARE” comincia da AIDS: informazione e prevenzione

120 Battiti al Minuto

Focus del primo appuntamento: AIDS – battaglie, informazione e prevenzione.

Mercoledì 18 aprile parte la IV edizione della rassegna cinematografica LGBT “Obiettivo Rivoluzione… il Diritto di Amare” organizzata dall’associazione RiSvolta e in programma dal 18 aprile al 17 maggio a Matera.

Il tema del primo appuntamento AIDS: battaglie, informazione e prevenzione sarà affrontato nell’incontro con gli ospiti delle ore 19.30 e nelle proiezioni del film“120 battiti al minuto” delle ore 17.30 e delle ore 21.

Presso BurBaCa Cafè, infatti, Vanessa Vizziello, presidente di RiSvolta, dialogherà con Luigi Gallo, storico dell’arte ed ex-attivista di ACT UP Paris e il dott. G. De Stefano, primario del reparto malattie infettive dell’Ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera.

Presso il Cinema Il Piccolo, invece, sarà proiettato il film “120 battiti al minuto” vincitore a Cannes del Grand Prix, del Premio Fipresci della critica internazionale e della Queer Palm e candidato agli Oscar 2018 nella sezione “miglior film straniero”.

SCHEDA DEL FILM

120 BATTITI AL MINUTO – Drammatico, 135 min., Francia 2017

Nella Parigi dei primi anni Novanta, il giovane Nathan decide di unirsi agli attivisti di Act Up, associazione pronta a tutto pur di rompere il silenzio generale sull’epidemia di AIDS che sta mietendo molte vittime. Anche grazie a spettacolari azioni di protesta, Act Up guadagna sempre più visibilità, mentre Nathan inizia una relazione con Sean, uno dei militanti più radicali del movimento.

Annunci

A MATERA TORNA IL CINEMA ARCOBALENO

“OBIETTIVO RIVOLUZIONE – IL DIRITTO DI AMARE”

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA E INCONTRI LGBT

IV EDIZIONE

(18 aprile – 17 maggio 2018)

Torna a Matera, per il quarto anno consecutivo, la rassegna cinematografica LGBT “Obiettivo rivoluzione – Il Diritto di Amare” organizzata dall’associazione RiSvolta, associazione materana impegnata sul territorio nella promozione della piena parità dei diritti di tutte le persone, con particolare attenzione alla minoranza LGBT (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali).

La rassegna si svolgerà dal 18 aprile al 17 maggio con un appuntamento settimanale per cinque settimane presso il BurBaCa Cafè e il Cinema Il Piccolo di Matera.

Unica rassegna cinematografica regionale interamente dedicata alle tematiche LGBT, “Obiettivo rivoluzione – Il Diritto di Amare” propone, anche quest’anno, proiezioni di grande interesse e prestigio internazionale e incontri pubblici con ospiti di rilevanza locale e nazionale.

L’edizione di quest’anno toccherà cinque tematiche, alcune delle quali nuove per l’associazione e per Matera stessa, che saranno approfondite attraverso la visione dei film e gli incontri con gli ospiti.

Ogni appuntamento prevederà due momenti di riflessione differenti: le proiezioni dei film alle ore 17.30 e alle ore 21.00 presso il Cinema Il Piccolo di Matera e l’incontro con gli ospiti alle ore 19.30 presso BurBaCa Cafè, vera e propria occasione di in-formazione e di confronto dal vivo.

Ad aprire la rassegna, mercoledì 18 aprile, sarà il film candidato agli Oscar 2018 nella sezione “miglior film straniero” “120 battiti al minuto” (Francia, 2017) che racconta le battaglie degli attivisti diAct Up Paris per richiamare l’attenzione sull’epidemia di AIDS durante gli anni ’90.

Giovedì 26 aprile sarà proiettato “A Wong Foo, grazie di tutto! Julie Newmar” (USA, 1995) un road-movie sulle avventure di tre drag queen americane.

A seguire, giovedì 3 maggio“Boulevard” (USA, 2014), film-congedo di Robin Williams sul turbamento di conciliare la propria omosessualità all’interno di un matrimonio e giovedì 10 maggio,“Jenny’s wedding” (USA, 2015), film su crisi, preparativi e festeggiamenti di un matrimonio tra due donne.

Il film “3 generations – Un famiglia quasi perfetta” (USA, 2015) chiuderà la rassegna giovedi 17 maggio, in occasione della Giornata Internazionale contro l’Omofobia.

Per questa occasione speciale, sarà ospite d’onore Mariella Fanfarillo, mamma di Olimpia, seconda ragazza minorenne transgender che nel 2017 ha ottenuto il cambio dei dati anagrafici in Italia.

La giornata del 17 maggio comincerà alle ore 13.30 con il consueto picnic autogestito presso il Parco “Giovanni Paolo II” (il Boschetto) al quale tutta la cittadinanza è invitata a partecipare liberamente. Il programma della giornata proseguirà con le proiezioni e l’incontro.

“Obiettivo rivoluzione… il Diritto di Amare” IV edizione ha il prestigioso patrocinio di: Consigliera di Parità della Regione Basilicata, Ivana Pipponzi, Commissione regionale Pari Opportunità, presidente Angela Blasi, Assessorato alle politiche sociali del Comune di Matera, assessora Mariangela Liantonio e Lucana Film Commission, presidente Paride Leporace.

Si ringraziano gli sponsor tecnici che hanno permesso la realizzazione di questa edizione: il Cinema Il Piccolo di Matera, la casa vacanze “Le Scuderie Noha”, BurBaCa Cafè e Serigrafando.

Si ringraziano, inoltre, le numerose associazioni che hanno voluto rinnovare il loro sostegno alla rassegna: Arcigay BasilicataAGEDO MateraWomen’s Fiction Festival e Matera letteratura, Studenti 21Casa Netural, collettivodonnemateraAssociazione Giallo SassiKhaleh OnlusGigli GigliastriIAC – Centro Arti IntegrateComitato UISP BasilicataOsservatorio Migranti BasilicataLeggère Controvento.

PROGRAMMA DELLA RASSEGNA

Mercoledì 18 aprile – AIDS: battaglie, informazione e prevenzione.

ore 19,30 incontro con Luigi Gallo, storico dell’arte, ex-attivista ACT UP Paris e il dott. G. De Stefano, primario del reparto malattie infettive Ospedale “Madonna delle Grazie” Matera, BurBaCa Cafè

ore 17,30 e 21,00 proiezione del film “120 battiti al minuto” (Francia, 2017), Cinema Il Piccolo

Giovedi 26 aprile – VITA DA DRAG QUEEN: tacco, parrucca, trucco e vita quotidiana

ore 19,30 incontro con Emanuele Bellizzi, in arte Syntetica Kartell, drag queen pugliese, BurBaCa Cafè

ore 17,30 e 21,00 proiezione del film “A Wong Foo, grazie di tutto! Julie Newmar” (USA, 1995), Cinema Il Piccolo

Giovedi 3 maggio – DAL MATRIMONIO AL COMING OUT ALL’UNIONE CIVILE

ore 19,30 incontro con Fulvio Piemonte e Nicola Damiani, uniti civilmente nel 2017 e protagonisti di una delle puntate della trasmissione Stato Civile, BurBaCa Cafè

ore 17,30 e 21,00 proiezione del film “Boulevard” (USA, 2014), Cinema Il Piccolo

Giovedi 10 maggio – DUE SPOSE: crisi, preparativi e festeggiamenti

ore 19,30 incontro con Gaia Barletta e Giovanna D’Alema, future spose e rappresentanti di LeA, associazione LGBT di Lecce, BurBaCa Cafè

ore 17,30 e 21,00 proiezione del film “Jenny’s wedding” (USA, 2015), Cinema Il Piccolo

Giovedi 17 maggio – VITE IN TRANSIZIONE: genitori e figli in cerca di un’identità

Ospite dell’intera giornata Mariella Fanfarillo, mamma di Olimpia, seconda ragazza minorenne transgender che nel 2017 ha ottenuto il cambio dei dati anagrafici in Italia

ore 13,30 Picnic libero e autogestito presso il Parco del Boschetto

ore 19,30 incontro con Mariella Fanfarillo,  BurBaCa Cafè

ore 17,30 e 21,00 proiezione del film “3 generations – Una famiglia quasi perfetta” (USA, 2015), Cinema Il Piccolo

 

Per info e prevendita:

Cinema “Il Piccolo”, Via XX Settembre, 14 Matera

tel. 0835/330541

Biglietto singolo: € 4,00

Riduzione soci RiSvolta: € 3,50

Riduzione studenti: € 3,00

 

RISVOLTA OGGI COMPIE 2 ANNI

RiSvolta oggi compie 2 anni…. è una piccola-grande realtà!
“Sono stati due anni avvincenti e faticosi allo stesso tempo. Il lavoro svolto al servizio della
comunità materana per le persone LGBT, per le donne e per la creazione di una cittadinanza più inclusiva, necessita ogni giorno che passa di una forza e un senso di responsabilità sempre più crescenti.
Partire con l’entusiasmo e la ‘leggerezza’ dell’incoscienza è stato un passo semplice e rapido ma scegliere ogni giorno di andare avanti e assumersi la responsabilità di offrire la propria visibilità a chi spesso vive nell’ombra, non è cosa facile e richiede maturità e serietà.
In questi due anni sono state molteplici le esperienze vissute e le partnership consolidate.
Possiamo essere forti oggi della consolidata rassegna cinematografica LGBT “OBIETTIVO RIVOLUZIONE … IL DIRITTO DI AMARE” che quest’ anno è alla sua quarta edizione, degli incontri di approfondimento e informazione che si svolgono tutto l’anno,  degli Aperisvolta primaverili ed estivi e di SpazioLibero, momento fondamentale per la condivisione e la formazione del gruppo.  Possiamo contare ora sulla possibilità di utilizzare una sede preziosa per svolgere incontri privati e pubblici e su un numero di soci sempre ampio e eterogeneo che ci sostiene e ci permette di poter effettuare una programmazione annuale con diverse proposte attingendo ad ospiti importanti.

Per tutto questo ringrazio chi ha fatto parte del direttivo ed non lo è più e chi ne fa parte ora con grinta e orgoglio.
Ringrazio tutte le associazioni con le quali siamo sempre pronti a scendere in campo a livello locale e nazionale: Arcigay Basilicata, Women’s Fiction Festival, Agedo Matera, collettivodonnematera, IAC, Uisp Matera, Casa Netural, Rebel Network, I sentinelli di Milano.
Ringrazio le aziende che ci aiutano sempre a realizzare i nostri eventi: il Cinema il Piccolo, la casa vancanze Le Scuderie Noha e Serigrafando.
Ringraziamo tutti i soci di questi anni passati e tutti coloro che vorranno rinnovare il loro sostegno anche per quest’anno.                                                                                                               Ringrazio i ragazzi materani che, pur non vivendo più nella nostra città e avendola abbandonata da giovani anche a causa del loro orientamento sessuale non accettato, oggi ci ringraziano per ciò che siamo a Matera e ci ricordano l’importanza che hanno le associazioni come la nostra nella vita dei ragazzi gay e delle ragazze lesbiche. Vengono ai nostri incontri per raccontare a tutti la loro esperienza e il loro successo raggiunto e sono fonte di grande serenità per tutti noi.
Ringrazio i dirigenti scolastici e i professori che ci permettono di dialogare con i ragazzi per guidarli all’inclusione, al rispetto della vita e alla ricerca della felicita propria e altrui.
Ringrazio i miei compagni di avventura, Valeria e Michele,  che decidono, come me,  ogni giorno e con orgoglio,  di essere parte di questa realtà materana arcobaleno che continua a cambiare le nostre vite e le vite di altre tante persone.
Auguri piccolina.”

Vanessa Vizziello, presidente associazione RiSvolta

L’ “ONDA OBBER” L’8 E IL 9 MARZO RITORNA A MATERA

L’associazione RiSvolta dà avvio alle sue attività per l’anno 2018 riprendendo uno dei temi più importanti del suo percorso ovvero l’educazione di genere per la prevenzione di ogni forma di violenza.

Anche quest’anno, infatti, ripartono i progetti con le scuole di ogni ordine e grado, gli incontri con autori ed esperti e le collaborazioni con le associazioni nazionali e locali e con il Cinema Il Piccolo di Matera per la rassegna cinematografica LGBT in programma dal 18 aprile.

Le attività dell’associazione si aprono l’8 e il 9 marzo con il ritorno a Matera della scrittrice e giornalista Cristina Obber, già ospite della città nel 2015 per presentare il suo libro “L’altra parte di me”, racconto di una storia d’amore tra due ragazze.

In questa occasione la Obber sarà ospite dell’Associazione RiSvolta principalmente per presentare il suo ultimo libro “W i nonni!” (Settenove Casa Editrice, Cagli) che ribalta le solite prospettive “di genere” mostrando una famiglia senza stereotipi e senza pregiudizi.

La sua permanenza a Matera la vedrà, inoltre, impegnata per due giorni in un fitto calendario di appuntamenti con le scuole nelle mattinate dell’8 e del 9 marzo.

La scrittrice incontrerà gli alunni del Liceo Classico “E. Duni” di Matera in un’assemblea di classe allargata sul tema “Parliamo d’amore – Il diritto alla felicità”, i bambini della scuola dell’infanzia “Minozzi” per raccontare il suo libro e i ragazzi della scuola media “Nicola Festa” per il progetto “Educare alla parità dei sessi per prevenire la violenza di genere”.

Inoltre, due appuntamenti serali permetteranno al pubblico di dialogare con la scrittrice Cristina Obber.

L’8 marzo alle ore 18,30 presso la Bottega Loe in Via delle Beccherie a Matera si terrà l’incontro “Che genere di mondo vogliamo costruire” nel quale insieme alla Obber si cercherà di delineare una visione femminista e femminile sul mondo. Il 9 marzo alle ore 18.30, invece, presso Casa Netural la scrittrice presenterà il suo libro “W i nonni!”, incontro consigliato a bambini, genitori, nonni, zii, educatori, maestri/e, professoresse e professori, dirigenti.

L’associazione RiSvolta ringrazia per la collaborazione le dirigenti scolastiche Patrizia Di Franco e Maria Rosaria Santeramo, le docenti Teresa Dimatteo, Tina Santochirico, Silvia Palumbo e Lorella Bruno, le associazioni collettivodonnematera, Rebel Network, Agedo Matera e Women’s Fiction Festival.

Inoltre, si ringraziano per l’ospitalità Casa Netural e la Bottega Loe Equo e Solidale.

 

TORNA SpazioLibero IN UNA NUOVA SEDE

Il 2018 porta in dono una nuova sede per gli incontri e le attività dell’associazione RiSvolta.

Sinistra Italiana, infatti, ha gentilmente messo a disposzione i suoi locali per alcune associazioni materane tra cui la nostra e questo ci permette, finalmente, di progettare attività che ci mettano a contatto con i soci e con coloro che vorranno informazioni, confronto o incontrare persone nuove.

Per questo, da venerdi 26 gennaio dalle 17,30 alle 20,30 ritorna “SpazioLibero”, uno spazio libero per incontrarsi, parlare e confrontarsi.
Ogni 15 giorni, il venerdì, ci troverete in Via Cappelluti, 16 a Matera per effettuare o rinnovare il vostro tesseramento, per parlare con noi, per guardare un film in compagnia e per ascoltare o raccontare storie e pezzi di vita vissuta.
E’ uno spazio libero disponibile a tutti: figli, genitori, nonni, fratelli e sorelle, magari anche tutti insieme, senza nessun limite di età.
Si comincia venerdi 26 gennaio alle 17,30 … RiSvolta è incontro e crescita personale e collettiva.

APERTURA CAMPAGNA DI TESSERAMENTO PER IL 2018

Anche quest’anno si apre la nuova campagna di tesseramento per l’associazione RiSvolta, associazione di Matera per i diritti delle persone lgbt (lesbiche, gay, bisex, trans).

La quota per il tesseramento annuale è di € 10.00.

Sostieni e supporta le attività della nostra associazione perchè per noi, piccola realtà locale, il tuo contributo è indispensabile per poter offrire a tutta la comunità locale nuove possibilità di crescita civile e sociale.

Con la tessera potrai usufruire di agevolazioni durante le nostre iniziative e di sconti in tutte le strutture e attività commerciali del circuito MateraFriendly.

Abbiamo bisogno del sostegno di tanti per continuare il nostro cammino arcobaleno.

Per tutte le info clicca su “Diventa socio” sulla nostra home page oppure contattaci.

RICOMINCIO DA TRE!

L’ulitmo mese del 2017 porta in RiSvolta un cambio al vertice e un’apertura maggiore alla comunità gay locale.
Entra, infatti, nella squadra Michele Ferrara che ha scelto di collaborare attivamente alla costruzione dei progetti e dei sogni dell’associazione lgbt materana, lasciando i panni di socio e vestendo direttamente quelli di vicepresidente.
Il direttivo conferma Vanessa Vizziello alla presidenza e attribuisce a  Valeria Mantarano l’incarico di segretaria.
“Il motivo per il quale ho scelto di entrare in RiSvolta – racconta il neo vicepresidente originario di Irsina – è stata la voglia di lasciare un segno nella mia terra, di poter essere uno spiraglio di luce per tutti quei ragazzi gay che ancora oggi si sentono sbagliati, non si accettano e credono di essere soli”.
“Siamo felici di averlo con noi – continua Valeria Mantarano – perché il suo sorriso e il suo buon umore sono fondamentali per un’associazione che si muove in tematiche delicate e, a volte, difficili da affrontare. E’ importante per un direttivo di un’associazione di volontariato, come la nostra, condividere l’entusiasmo per ciò che si realizza e la consapevolezza dell’impegno assunto soprattutto verso la comunità. Michele ha dimostrato di avere entrambe le qualità e siamo orgogliose di averlo nella nostra nuova squadra”.
“Avere in RiSvolta uno sguardo maschile sul mondo lgbt – dichiara Vanessa Vizziello – ci aiuterà a essere più completi.
L’importanza, inoltre, di avere Michele nel nostro gruppo è anche quella di dare voce e riferimento alla provincia di Matera. Sono diverse le richieste di incontro che provengono da ragazzi dei paesi limitrofi e Michele rappresenta per RiSvolta, una nuova “Svolta” verso l’esterno. Con lui l’arcobaleno esce dalle mura materane.

Il nuovo direttivo ringrazia Elisa Rosciano, Silvia e Federica Caiella per aver avuto il coraggio di credere nei loro sogni contribuendo alla nascita e alla crescita di RiSvolta.
Ora, ricominciando da tre, riprende la marcia dell’associzazione con la costruzione della programmazione delle attività per il 2018, con uno sguardo più ampio ed un’energia ritrovata e rinnovata.

MATERA RAINBOW: È NATA LA MAGLIETTA DI RISVOLTA

Maglietta “I colori dei diritti – Matera Rainbow”

Grazie alla collaborazione con KELU e al regalo grafico del designer Celestino Sanna, prendono vita oggi le bellissime magliette ufficiali dell’Associazione RiSvolta. Nate dall’evoluzione di un progetto grafico di Kelu già in vendita in giro per Matera, le magliette “I colori dei diritti – Matera Rainbow” disegnano una Matera gay-friendly colorata e serena, nella quale convivono coppie etero e coppie omosessuali circondate da cuori, colori e elementi della tradizione materana classica.
“Ogni particolare è stato studiato e realizzato per esprimere al meglio lo spirito di inclusione e integrazione che la nostra associazione sta proponendo da un anno alla cittadinanza – dichiara la presidente di RiSvolta, Vanessa Vizziello. Il lavoro svolto con Celestino Sanna ha prodotto un risultato eccellente che riproduce fedelmente la nostra idea di Matera: colori e amore senza alcuna distinzione. Ringraziamo anche Nunzia Montemurro di Serigrafando che ci ha supportate nella realizzazione delle stampe e del prodotto finale”.
Ideate per consegnare ai concittadini e ai turisti un’immagine arcobaleno, orgogliosa e fiera della città, le maglie “I colori dei diritti – Matera Rainbow” hanno il compito di supportare le attività dell’ associazione attraverso la raccolta di erogazioni liberali in cambio delle quali sarà consegnata la maglietta.
Per ora le magliette sono reperibili contattando direttamente RiSvolta, presso il bookshop del complesso rupestre di “Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci” gestito dalla cooperativa Cave Heritage – Arte Cultura e Turismo e presso Bianca Boutique in Via delle Beccherie a Matera.
Certamente diventeranno presto “Punti Rainbow” anche altre attività che hanno aderito al circuito Materafriendly.
L’arcobaleno è entrato a Matera.

MATERAFRIENDLY – rispondiamo alle vostre domande – domanda n. 3 – “COSA VUOL DIRE FRIENDLY?”

MateraFriendly è un circuito ideato dall’Associazione RiSvolta  per la promozione dell’accoglienza e dell’inclusione di persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali a Matera

Ma cosa vuol dire esattamente la parola friendly?

Vuol dire “accogliente verso” (e non, come qualcuno pensa, “riservato a”). Il circuito del MateraFriendly è, nello specifico, gayfriendly e quindi, “accogliente verso” le persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali), non “riservato” a loro. Il termine in questione viene utilizzato per identificare quelle aziende che, pur producendo prodotti o fornendo servizi rivolti alla generalità dei consumatori, sostengono economicamente progetti di associazioni LGBT  impegnandosi quotidianamente in azioni contro la discriminazione per orientamento sessuale o identità di genere.

Le attività e le realtà culturali materane e provinciali che decidono di entrare in questo circuito diventano realtà friendly dichiarando pubblicamente di essere accoglienti verso tutte le persone, indipendentemente dal loro orientamento sessuale e/o dalla loro identità di genere, esponendo il logo del nostro circuito e impegnandosi ad essere promotori di un cambiamento culturale cittadino.

Questo potrebbe generare sensibilità nell’accoglienza delle persone omosessuali a Matera che siano single o in coppia o in una famiglia omogenitoriale. Ricordiamo a tutti che ora due uomini o due donne possono essere uniti civilmente e questo comporta un adeguamento della terminologia e delle attenzioni da rivolgere loro. E’ importante che tutti imparino ad usare le parole giuste rispettando l’identità di genere e l’orientamento sessuale di chi si ha di fronte. Essere una città gayfriendly permette ai turisti gay di scegliere Matera come meta sicura dei loro viaggi e permette ai cittadini materani omosessuali di decidere di rimanere nella propria città e non avere per forza la necessità di andare altrove per poter esprimere liberamente la propria identità. La felicità di tutti può essere anche in una MateraFriendly.

Scorrendo tra le news del nostro sito potete leggere le risposte alle altre domande che normalemente ci vengono rivolte quando spieghiamo il nostro progetto.

MATERAFRIENDLY – rispondiamo alle vostre domande – domanda n. 2 – “Perchè è nato il MateraFriendly?”


MateraFriendly è un circuito gay-friendly per l’accoglienza e l’inclusione delle persone omosessuali, bisessuali e transessuali a Matera.
È nato un pomeriggio d’estate, circa un anno fa, quando – sedute intorno ad un tavolo – ragionavamo di quanto dirompente sarebbe stato mettere un simbolo visivo di accoglienza arcobaleno in giro per la città agli occhi dei ragazzi gay e delle ragazze lesbiche, che spesso pensano di non avere un futuro felice a Matera, solo per via del loro orientamento sessuale o della loro identità di genere.
A questo primo spunto riflessivo, si sono aggiunti sia i racconti, a volte comici e a volte amari, delle coppie omosessuali nella città di Matera che si sono unite civilmente e che hanno trovato difficoltà nell’organizzare le loro cerimonie, sia i racconti di turisti LGBT che nella nostra città non hanno trovato nulla che facesse capire loro di essere in un contesto accogliente e non ostile.
Perché ancora oggi, e questo sfugge a tanti, per quanto a parole l’Italia e gli italiani siano bravi a dirsi accoglienti e inclusivi verso le persone gay e lesbiche, siamo invece il Paese con il tasso di omofobia tra i più alti in Europa. Siamo il Paese nel quale il DDL Cirinnà, decreto che riconosce le unioni civili omosessuali, non solo è arrivato in netto ritardo rispetto agli altri Paesi europei, ma per giunta è nato già “vecchio”, in quanto nel resto del mondo si parla ormai di matrimonio tra persone dello stesso sesso e diritti civili paritari acquisiti. È notizia di questi giorni l’approvazione del matrimonio LGBT nella cattolica Malta e questa notizia ci rimanda in coda nuovamente alla classifica dei Paesi civili europei.
Per il popolo LGBT, che ancora combatte per molti diritti elementari, il fatto di sentirsi esplicitamente benvoluto è un fattore importante. Occorre, pertanto, avere il coraggio di pubblicizzare locali, festival, saune, negozi, hotel, ristoranti nei quali un gay o una lesbica possano trovare non solo la bellezza del luogo, ma anche il rispetto della loro identità.
Perché oggi essere omosessuali, bisessuali e transessuali in Italia e a Matera significa ancora non essere tranquilli, aver paura di scoprirsi, vivere nascosti, fingendo anche per tutta una vita di essere altro da sé. Avete mai visto a Matera coppie gay e lesbiche materane tranquillamente mano nella mano per la città? No. Pensate che non ce ne siano? Vi sbagliate.
L’arrivo di turisti omosessuali in coppia a Matera, sicuramente favorisce l’apertura di tutti coloro che lavorano nell’indotto ricettivo e ristorativo ma l’accoglienza legata al business non è sempre coscienza e sensibilità realmente maturata. Certo la presenza dei turisti LGBT può servire da grimaldello ma l’obiettivo del MateraFriendly è più profondo: ci sono in ballo migliaia di euro di indotto e un ancor più prezioso arricchimento culturale dell’intera comunità locale.
Matera, Capitale europea della cultura per il 2019, non può tagliare questo traguardo prestigioso senza aver maturato la consapevolezza della vera cultura dell’accoglienza e dell’inclusione verso tutti i cittadini del Mondo.